LUCA SCARZELLA, GIANNI CARLUCCIO, HUBERT WESTKEMPER | Spartaco. Schiavi e padroni a Roma


Museo dell'Ara Pacis

31/03 - 17/09/2017

curators CLAUDIO PARISI PRESICCE and ORIETTA ROSSINI scientific curation by CLAUDIO PARISI PRESICCE, ORIETTA ROSSINI and LUCIA SPAGNUOLO

Concept, direction, visual and sound curation by ROBERTO ANDÒ, GIOVANNI CARLUCCIO, ANGELO PASQUINI, LUCA SCARZELLA and HUBERT WESTKEMPER photographic curation by ALESSANDRA MAURO audio and video production by NEO narrative environment operas.

....Il più grande sistema schiavistico che la storia abbia mai conosciuto. Un’intera economia basata sullo sfruttamento di una “merce” cara e redditizia quanto deperibile: l’essere umano. La società, l'economia e l’organizzazione dell’antica Roma non avrebbero potuto raggiungere traguardi così avanzati senza lo sfruttamento pianificato delle capacità e della forza lavoro di milioni di individui privi di libertà, diritti e proprietà. Basti pensare che stime recenti hanno calcolato la presenza di 6 fino a 10 milioni di schiavi su una popolazione di 50/60 milioni di individui.

Grazie ad un team di archeologi, scenografi, registi e architetti la mostra restituisce la complessità del mondo degli schiavi nell’antica Roma a partire dall’ultima grande rivolta guidata dallo schiavo e gladiatore trace Spartaco tra il 73 e il 71 a.C. I diversi ambiti della schiavitù ai tempi dell’impero vengono raccontati attraverso 11 sezioni che raccolgono circa 250 reperti archeologici. Le opere sono inserite in un racconto immersivo composto da installazioni audio e video che riportano in vita suoni, voci e ambientazioni del contesto storico....

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon

© 2020 ifat nesher | madrid, spain